Cerca
  • Elisa Barzoi

COS'E' E A COSA SERVE LA PRATICA DI SUP-YOGA

Il Sup Yoga è una pratica differente dal Sup e dallo Yoga.

Perché praticare yoga sulla tavola da Sup?

Lo yoga è una pratica del sentire, si comincia dal corpo per entrare sempre più in profondità. E chi pratica sa che ci sono giorni in cui ci sentiamo più rigidi e giorni in cui incredibilmente il nostro corpo è estremamente flessibile.


Per l’Ayurveda uno dei principi fondamentali per ritornare alla nostra vera natura, che è in completa armonia, l’acqua deve scorrere libera nel nostro corpo. L’acqua se non scorre è acqua stagnante.


Il principio base della pratica di Yoga sul Sup è proprio quello di ri-connetterci con l’elemento acqua, che è il nostro principale elemento, quello che ci ha accolto, per preparaci all’entrata o uscita nel mondo.

La pratica va nell’acqua, che è in continuo movimento, ed il nostro focus sarà quello di mantenerci in equilibrio sulla tavola per non cadere in acqua.


Il principio di equilibrio è quello di mantenerci stabili, concentrati, in un mondo in continuo movimento.


La pratica è profonda e richiede l’uso dei bandha e soprattutto dell’addome. E' una pratica profonda in quanto l'acqua si muove in continuazione e in modo imprevedibile, quindi richiede uno sforzo fisico maggiore rispetto ad una normale pratica di yoga (sulla terra) sviluppando una concentrazione maggiore.

E quando capiterà di cadere, cadremo nella morbida acqua del lago, un’acqua fresca che scorre..




3 visualizzazioni